APPLICAZIONI DI BOTOX

Disponibile

BOTOX
Un volto segnato dalle rughe appare sgualcito e spento. Spesso i muscoli mimici, costantemente aggrottati, causano alcune rughe che fanno assumere un'espressione costantemente torva, adirata o triste. Con l’utilizzo della tossina botulinica si possono attenuare le rughe di espressione che sono causate da un uso continuo dei muscoli mimici della fronte, dal corrugare le sopracciglia o dall’ arricciare il naso.
Agendo direttamente sui muscoli responsabili della formazione delle rughe, la tossina botulinica consente di distendere temporaneamente le rughe d'espressione, conferendo al viso un aspetto disteso e rilassato senza ricorrere all'intervento chirurgico.


TIPI DI RUGHE
- Rughe verticali che si formano tra le sopracciglia (rughe glabellari)
-
Rughe cantali laterali (rughe perioculari, dette anche "zampe di gallina") che si formano nell'area del contorno occhi
-
Rughe frontali osservate alla massima elevazione delle sopracciglia

Il Ministero della salute ha, inoltre, riconosciuto l'impiego della tossina a fini estetici per contrastare la
sudorazione eccessiva (iperidrosi) del viso, delle ascelle, delle mani e dei piedi.

TIPI DI BOTULINO
Esistono sette tipi di neurotossina botulinica (A, B, C1, D, E, F e G) derivanti da ceppi del batterio Clostridium Botulinum selezionati in laboratorio. Quelli utilizzabili nell'uomo e presenti attualmente in commercio sono il tipo A (Vistabex, Vistabel, Botox, Botoxin, Dysport) e il tipo B (Myobloc e Neurobloc).

CENNI STORICI
Inizialmente la tossina botulinica venne utilizzata in medicina per prevenire gli spasmi neuromuscolari delle palpebre e per correggere lo strabismo, ma a partire dal 1987 cominciò ad essere utilizzata negli Stati Uniti anche nell'ambito della chirurgia estetica.
In Italia l'uso della tossina botulinica è stato autorizzato dal Ministero della Sanità nel 2004 limitatamente ad un solo tipo di farmaco che si chiama
Vistabex (in Italia), Botox (negli Stati Uniti) o Vistabel (in Francia) a condizione che il preparato venga iniettato da uno specialista in chirurgia plastica, dermatologia, neurologia o chirurgia maxillofacciale.

COME SI ESEGUE L’INFILTRAZIONE
Il trattamento con la tossina botulinica è effettuato in ambulatorio, iniettando dosi molto basse del farmaco nei muscoli facciali di cui si vuole indurre il rilassamento. Non è necessaria alcuna anestesia poiché le infiltrazioni, praticate con aghi sottilissimi, provocano solo un leggero fastidio, in genere ben tollerato.
Il numero di iniezioni dipende dalla grandezza dell'area su cui si deve intervenire e dal risultato che si vuole ottenere.
Il trattamento ha una durata complessiva compresa tra i 10 e i 20 minuti.
Al termine della seduta si possono riprendere le normali attività. Basta avere l'accortezza di non massaggiare o strofinare le zone trattate e di evitare attività fisiche intense nelle 48 ore successive, per impedire la diffusione della tossina alle zone vicine.L'effetto di rilassamento dei muscoli mimici e di attenuazione delle rughe inizia dopo circa 4-5 giorni dal trattamento e dura circa 4-6 mesi


PROTOCOLLO
1 applicazione ogni 4-6 mesi

SICUREZZA
Le iniezioni di tossina botulinica devono essere eseguite da medici qualificati ed esperti.
E' indispensabile una perfetta conoscenza dell’anatomia del volto, delle caratteristiche del farmaco e delle tecniche operative, per evitare che la tossina colpisca muscoli sbagliati o si diffonda ad aree adiacenti a quelle infiltrate (come può avvenire nel caso di dosaggi eccessivi e mani inesperte)


Dove si fanno le punture di botox? Che effetto fa il botox? Quanto dura l'effetto del botox? Cosa non fare dopo il botox Come dormire dopo aver fatto il botox?
Quando posso lavare i capelli dopo il botox? Perché non si possono lavare i capelli dopo il botox? Quando si vedono gli effetti del botox?Botox dopo quanto posso prendere il sole Cosa non fare dopo il botox alla fronte? Quando truccarsi dopo botox?Perché non si possono lavare i capelli dopo il botox?

 Cookie

Condividi

Carrello